Occhio

Federica Spampinato
Autrice, imprenditrice
Newsletter
Mediapocalypse


Social:

LinkedIn
Facebook
Instagram


Projects:

OEJ Agency
NOOS TV
MLEI
Estate Violenta

Cuore

Su di me

Ciao! Se sei qui in cerca di qualche informazione su di me, ti riassumo le principali.
Mi chiamo Federica Spampinato e sono un’autrice. Mi occupo di raccontare gli aspetti delle tecnologie digitali che sono di aiuto per la diffusione della cultura del digitale nella società, nell’istruzione e nelle imprese.
Il nome e la forma che do alla mia attività professionale cambia, ma non cambia la sostanza:
lavoro sulla consapevolezza digitale.

Credo che promuovere il pensiero critico e l’alfabetizzazione alla tecnologia siano gli strumenti giusti per abbattere il digital divide, in particolare quello generazionale e quello che influirà sul mondo del lavoro di domani per ciò che concerne diritti, etica e relazioni tra esseri umani e macchine.

Ho una formazione trasversale: ho studiato giornalismo, comunicazione e media education, prima, e filosofia del digitale, poi.

Sono iscritta all’ordine dei giornalisti e ho collezionato molte esperienze di formazione e lavoro sul campo dal 2011, prima come freelance e poi come amministratore della società OEJ Agency - Film e Media, in cui svolgo tuttora il ruolo di executive

producer e autrice di progetti e prodotti video e multimediali per l’edutainment, la comunicazione digitale e la formazione.
Mi sono sempre impegnata per creare un ambiente di lavoro inclusivo, volto a premiare il talento e l'impegno delle persone.
La sede dell'agenzia, nel centro storico di una provincia dell'area metropolitana di Venezia, conta una decina di collaboratori tra dipendenti e liberi professionisti, e ha una rete nazionale di autori e consulenti senior, oltre che professionisti della produzione audiovisiva.

Oggi aiuto imprese ed enti a diffondere le loro informazioni o il loro know-how grazie a format custom creati insieme al team OEJ utilizzando le migliori tecnologie esistenti, un approccio editoriale e un’attenzione di dettaglio alla forma e ai contenuti.
La comunicazione si evolve con i mezzi attraverso cui si comunica: è necessario essere trasversali, agili e onesti per comunicare con autenticità e intelligenza, cogliere le opportunità e allontanare quanto più possibile le fonti di rischio che possono portare conseguenze indesiderate.

Credo nel ripopolamento dei piccoli centri urbani, nella gentilezza, nel silenzio e nel coraggio.

Sole

Riepilogo professionale

Inizio a lavorare nel 2011 nel settore giornalistico. Scrivo e presento per testate radiofoniche, televisive e carta stampata di Veneto e Friuli Venezia Giulia.
Mi iscrivo all’ordine dei giornalisti del Veneto.

Svolgo libera professione nel settore audiovisivo come producer e mi formo sul campo.
Collaboro con case di produzione cinematografica.
Seguo tour nazionali e progetti di comunicazione audiovisiva per Virgin Radio, Lavazza, Dacia, Jesolo Channel e altri ancora.

Contemporaneamente lavoro per la Regione Veneto sul design e l’erogazione di percorsi di formazione e alfabetizzazione digitale.

Nel 2015, con il mio socio, fondo la casa di produzione OEJ Agency - Film e Media, specializzata nella produzione di documentari e format di comunicazione multimediali. Lavoro con medie e grandi imprese italiane, enti pubblici e università.
Con OEJ creiamo progetti di promozione, di employer branding, di comunicazione e divulgazione comprendenti documentari, corporate tv e corporate academy, format di eventi di training e di promozione, attività di gamification, giochi di carte e giochi digitali.

Attualmente sono amministratore delegato della società e senior executive producer.

Nel 2018 OEJ diventa editore: nasce la testata giornalistica NOOS TV, Circular media che si occupa di sostenibilità, innovazione, futuro e cultura del digitale, di cui sono direttrice responsabile.
Nel 2020 NOOS TV entra con _il13tv_ nel network Tv7.
Oggi ha uno spin-off regionale in Veneto e una redazione nazionale digitale. Produce format video di approfondimento e social change, diffusi su Facebook, Instagram, Telegram, e nei CH 13, 88, 114 e 613 in Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia-Romagna e Lazio.

Nel 2020 nasce MLEI - Media Literacy Education Italia, il network che porta format di educazione ai media nelle scuole grazie a partnership pubblico-private.
Mappe per l’Invisibile® è il primo gioco firmato dal network.

Sempre nel 2020 esce La Nuova Scienza del Rischio, il mio primo saggio di divulgazione, edito Guerini e Associati.

Spada

La Nuova Scienza del Rischio

La Nuova Scienza del Rischio

L’arte dell’immaginazione,
della difesa e della protezione

Guerini e Associati
2020

L’essere umano ha affidato per millenni la predizione del futuro per la sopravvivenza, la sicurezza e la protezione agli oracoli. È stata poi la matematica a ereditare la capacità di predire, affidandosi al calcolo delle probabilità, che diventò l'ausilio principe al modello decisionale universale. Tutt'oggi vengono decise le sorti in ambito aziendale, sociale e organizzativo a partire da questa formula del calcolo del rischio elaborata nei secoli scorsi.
Ciò ci sta davvero proteggendo da disastri ecologici, sanitari, aziendali, sociali?
La risposta è evidente nel nostro quotidiano.

Accanto alla millenaria storia della predizione, non compare un’altrettanto densa cultura del rischio.
Il binomio futuro-rischio è raramente contemplato; ma di che futuro parliamo se non si parla di protezione dell’essere umano e dei rischi che l’essere umano deve evitare per garantirsela?
Iniziare a definire il Rischio e parlare di rischio in maniera sistematica sembra essere l'unica cosa logica da fare, e che non è ancora stata fatta, per ottenere la protezione universale.

La Nuova Scienza del Rischio è un viaggio che parte dall’Apocalisse, cioè dall’accettazione della fine, per raccontare la storia del nuovo paradigma della scuola di pensiero di KELONY® e di un nuovo modello matematico post-probabilistico che rimette l’essere umano al centro del processo decisionale, affinché possa prendere le migliori decisioni anche nelle peggiori condizioni possibili – grazie alla tecnologia, ma non eterodiretto da essa.

Per farlo, nobilita l’immaginazione come scudo imprescindibile della difesa e della protezione, e introduce nuovi algoritmi e protocolli operativi già testati in diversi Paesi europei a partire dalla già nota Cindynics, la Scienza del Rischio, disciplina francese comparsa alla fine degli anni Ottanta.

Saper definire il Rischio, il pericolo, la minaccia e costruire nuovi modelli adatti alla contemporaneità consente di mettere a fuoco i contorni di questo nemico invisibile, che non deve più essere studiato in modo settoriale nell’ambito in cui si manifesta, ma in modo universale, e consente anche di contribuire a una società più consapevole e civile, che pensa alla protezione dell’essere umano al di là di ogni logica di profitto, sia all’interno dell’ambiente civile, sia all’interno delle aziende e delle organizzazioni.

Ogni essere umano oggi è chiamato a occuparsi di rischio perché il rischio riguarda tutti, indistintamente, e il futuro del Pianeta e dell’uomo passa per questa nuova consapevolezza. La diffusione di una nuova grammatica del rischio e di una cultura del rischio possono permetterci di fare delle previsioni talmente corrette da non verificarsi mai.

La Nuova Scienza del Rischio della scuola di KELONY® ha l’ambizione di essere per questo Secolo ciò che la vaccinazione è stata per il XVIII.



Puoi acquistare il libro su Amazon qui.

Spada

Altre informazioni

Rassegna stampa


Repubblica
Corriere

Corsi di formazione


Titolo - anno
Titolo - anno